You are here

Publications

  1. Michael Fisher; Chiara Ghidini; Benjamin Johannes Hirsch,
    Organising Logic-Based Agents,
    Formal Approaches to Agent-Based Systems. Revised,
    Springer,
    2002
    , pp. 15 -
    27
  2. Massimo Benerecetti; Paolo Bouquet; Chiara Ghidini,
    Dimensioni di dipendenza contestuale e teoria del ragionamento,
    La svolta contestuale,
    Milano,
    McGraw-Hill,
    2002
    , pp. 195 -
    220
  3. Michael Fisher; Chiara Ghidini,
    Agents with Bounded Temporal Resources,
    Foundations and Applications of Multi-Agent Systems. UKMAS workshops 1996-2000. Selected papers,
    Berlin,
    Springer,
    2002
    , pp. 594 -
    611
  4. Michael, Fisher; Ghidini, Chiara,
    The ABC of Rational Agent Modelling,
    Proceedings of the first international joint conference on Autonomous agents and multiagent systems,
    Bologna, Italy,
    2002
    , pp. 849-
    856
    , (First international joint conference on autonomous agents and multiagent systems (AAMAS02),
    Bologna, Italy,
    15/7/2002-19/7/2002)
  5. Chiara Ghidini; Fausto Giunchiglia,
    Local Models Semantics, or Contextual Reasoning = Locality + Compatibility,
    in «ARTIFICIAL INTELLIGENCE»,
    vol. 127,
    n. 2,
    2001
    , pp. 221 -
    259
  6. Massimo, Benerecetti; Bouquet, Paolo; Ghidini, Chiara,
    Proceedings of Modeling and Using Context, Third International and Interdisciplinary Conference, CONTEXT, 2001,
    Springer,
    vol.2116,
    2001
    , pp. 59-
    72
    , (Third International and Interdisciplinary Conference on Modeling and Using Context (CONTEXT'01),
    Dundee, UK,
    July 27-30, 2001)
  7. Chiara Ghidini; Fausto Giunchiglia,
    Logiche Multi-Contestuali, ovvero Ragionamento Contestuale=Località+Compatibilità,
    In questo articolo descriviamo la "logica multi-contestuale" e mostriamo come usarla per modellare il ragionamento contestuale. Questa logica formalizza, in modo preciso, le due fondamentali intuizioni su cui si basa il ragionamento contestuale: (i) il ragionamento è, in genere, "locale", e utilizza solo parte di quello che è potenzialmente disponibile (ad esempio, solo una parte della conoscenza o dei meccanismi inferenziali). Questo è quello che noi chiamiamo "contesto" (del ragionamento). Tuttavia, (ii) c'è compatibilità tra il ragionamento eseguito in diversi contesti. la definizione delle logiche multi-contestuali viene data seguendo uno schema tradizionale: per prima cosa vengono introdotti il linguaggio e la semantica, detta "Semantica a Modelli Locali". Poi viene fornita l'assiomatizzazione, che utilizza un sistema formale detto "Sistemi Multi-Contesto". Per rendere la presentazione più chiara e comprensibile, ma anche per mostrare come le logiche multi-contestuali possono essere applicate, utilizziamo un esempio classico di ragionamento contestuale: il "ragionamento prospettico",
    2001
  8. Massimo Benerecetti; Paolo Bouquet; Chiara Ghidini,
    Contextual Reasoning Distilled,
    in «JOURNAL OF EXPERIMENTAL & THEORETICAL ARTIFICIAL INTELLIGENCE»,
    vol. 12,
    n. 3,
    2000
    , pp. 279 -
    305
  9. Fausto Giunchiglia; Chiara Ghidini,
    A Local Models Semantics for Propositional Attitudes,
    Formal Aspects of Context,
    Dordrecht,
    Kluwer,
    2000
    , pp. 65 -
    83
  10. Luciano Serafini; Chiara Ghidini,
    Context Based Semantics for Information Integration,
    Formal Aspects of Context,
    Drodecht,
    Kluwer,
    2000
    , pp. 175 -
    192

Pages